Ecommerce a Natale: consigli per ottimizzare le vendite online

Ottobre è iniziato ed è già ora di iniziare a impostare una strategia ecommerce in vista del periodo natalizio.

 

La festività più attesa dell’anno è infatti il periodo in cui gli acquisti online aumentano in modo sensibile. Da qui la necessità di pianificare con estrema attenzione la migliore strategia ecommerce per incrementare le conversioni e non farsi cogliere impreparati.

Partendo dalla promozione e presenza sul web, passando dal delicato momento dei pagamenti per arrivare all’imballaggio finale, ogni dettaglio può rivelarsi fondamentale. Nei prossimi paragrafi riportiamo i consigli di tre player del settore, Eureweb, digital media agency specializzata nel web marketing, HiPay, la Fintech europea specializzata in soluzioni di pagamento Omnichannel e attiva in 150 Paesi nel mondo e Rajapack, azienda leader in Europa nella distribuzione di imballaggi e forniture aziendali.

 

Guida per ottimizzare le vendite nel periodo natalizio

 

1.    Sito ecommerce responsive

Per evitare ulteriori motivi di stress nel consumatore, che lo porterebbero molto probabilmente ad acquistare altrove, è necessario rendere l’e-shop il più responsive possibile. Un sito ecommerce che si adatta al meglio al device di fruizione, facile da leggere e veloce nella navigazione gioca sicuramente a favore nella ricerca dei regali di Natale.

Senza dimenticare la rilevanza sempre maggiore del mobile in questa prima fase del customer journey. Negli ultimi anni la visualizzazione da smartphone ha infatti ampiamente superato quella da desktop in volumi di ricerca.

 

2.    Pianificare le campagne adv in tempo

In un periodo in cui la propensione all’acquisto dei consumatori è massima, è fondamentale amplificare la visibilità del brand attraverso campagne di web marketing capaci di primeggiare sulla concorrenza. Ecco perché bisogna saper erogare il messaggio giusto, alla persona giusta, nel momento giusto grazie ad una strategia precisa ed efficace.

L’ideale sarebbe cominciare fin da ottobre, attuando una campagna finalizzata ad incrementare la brand awareness sfruttando soluzioni di maggior impatto emotivo come campagne display o video. A novembre invece l’obiettivo diventano le conversioni con una comunicazione diretta alla vendita: anche in Italia il picco più alto di acquisti prima di Natale si registra infatti a fine mese, il giorno del Black Friday.

 

3.    L’importanza dei custom data

I dati dei pagamenti sono una fonte di informazione importantissima per la crescita del proprio ecommerce; che congiuntamente ad informazioni strettamente legate al business, permettono di monitorare ancor più a fondo i comportamenti rischiosi. Infatti, soprattutto nel periodo natalizio, il rischio frode è molto alto, particolarmente nei confronti di alcune tipologie di prodotti più pregiati o con spedizioni in aree più sensibili.

Per questa ragione HiPay consiglia ad ogni merchant di dotarsi di un antifrode customizzabile che dia la possibilità di inserire, oltre ai parametri da monitorare relativi alle transazioni più rischiose, anche i custom data, ovvero i dati proprietari legati al business del merchant che si integrano nell’antifrode di HiPay, rafforzando perciò l’efficacia del tool e di conseguenza il monitoraggio delle transazioni rischiose.

 

4.    Transazioni rapide

Lo scorso anno un terzo degli acquisti ecommerce è stato elaborato attraverso smartphone o tablet. L’incidenza di questi device è quintuplicata nel giro di 5 anni, a dimostrazione del fatto che durante la pianificazione della strategia ecommerce è fondamentale dedicare il giusto spazio anche alle transazioni effettuate da mobile, sia snellendo la compilazione del form all’interno della pagina di check out sia modulando il 3D secure, così da velocizzare le transazioni (fonte: Osservatorio e-commerce B2C del Politecnico di Milano e Netcomm).

 

5.    Organizzare in anticipo il magazzino

Assicurarsi di avere tutto il necessario nei tempi stabiliti è senza dubbio una prerogativa in vista di un periodo così impegnativo. Rimanere sprovvisti di imballaggi e soluzioni per impacchettare e spedire i prodotti comporterebbe significativi ritardi, che alla fine ricadrebbero non solo sull’azienda ma inevitabilmente anche sul consumatore finale che rischierebbe di non vedere il proprio regalo sotto l’albero di Natale. Programmare gli ordini e rifornire il magazzino è quindi d’obbligo per non arrivare impreparati.

 

6.    Il giusto imballaggio

Scegliere la soluzione capace di soddisfare al meglio le proprie esigenze di imballaggio non è un aspetto da sottovalutare. Proteggere il contenuto è fondamentale per non correre il rischio che l’acquisto si rovini durante la spedizione lasciando al cliente uno spiacevole ricordo. Inoltre il packaging è un vero e proprio biglietto da visita in grado di trasmettere i valori e le peculiarità che caratterizzano l’azienda. Una particolare attenzione alla personalizzazione e all’utilizzo di materiali eco-friendly potrà sicuramente accrescere la brand reputation in modo positivo.

 

Questi sono sei punti chiave da considerare nello sviluppo di una strategia ecommerce per affrontare le feste natalizie. Se pensi di aver bisogno di un supporto professionale, contattaci e richiedi una consulenza.

Leave a Reply