Warning: preg_replace(): Empty regular expression in /home/ecomm247/public_html/wp-content/themes/mts_interactive/header.php on line 63
Ecommerce: cos'è e perché sempre più aziende decidono di utilizzarlo?

Ecommerce: cos’è e perchè sempre più aziende lo usano

Prima di agire è necessario sapere, almeno così dovrebbe essere. Per avere massima chiarezza su un argomento che si conosce poco o addirittura nulla è necessario andare trovare le risposte alle giuste domande. In questo caso la prima, e probabilmente la più importante è: cos’è l’ecommerce?

 

Ecommerce cos’è?

Se dovessimo dare una definizione standard, da dizionario, di cosa sia l’ecommerce, potremmo dire che è un sistema di vendita di prodotti o servizi tramite internet.
Ma facciamo un passo indietro.

Il significato ha subito diverse modifiche con il passare degli anni. Il commercio elettronico, traduzione letterale in italiano, inizialmente non era altro che il supporto a tutte le transazioni commerciali per via elettronica, sfruttando la EDI (Electronic Data Interchange): tecnologia atta all’invio di documenti commerciali sotto forma di ordini d’acquisto e fatture elettroniche.

In un secondo momento vennero integrate le funzioni che oggi identificano l’ecommerce per quello che è, ovvero la vendita e l’acquisto di prodotti o servizi sul web con sistemi di pagamento virtuali, una su tutte la carta di credito.

ecommerce vendere online

 

Visto che l’ambiente in cui si opera è la rete, l’ecommerce si presenta sotto forma di sito web ma, a differenza dei classici siti vetrina, dispone dei principali step di trattativa commerciale.

C’è da dire che si tratta di piattaforme non facilmente realizzabili e piuttosto onerose in termini di costi ma, per tutte le attività che non sono sufficientemente strutturate o che più semplicemente preferiscono procedere caute, è possibile iniziare a tastare il terreno del commercio online appoggiandosi a piattaforme prefabbricate con sistemi di gestione dei contenuti dedicati.

Perché aprire un ecommerce?

È inutile dire che per chi fa business i numeri sono la cartina tornasole sul successo o fallimento di una strategia o di uno strumento concepito per incrementare il proprio volume d’affari.

Per questo è bene ricordare che il fatturato annuo dell’ecommerce in Italia sfiora i 30 miliardi, 28.8 per essere precisi, con una crescita attestata tra il 12 e il 17%.
In continuo aumento sono anche le persone che effettuano acquisti online e di conseguenza il numero di aziende che sposano la causa decidendo di essere presenti anche sul mercato digitale.

Ad oggi il numero attestato è intorno ai 16.000 e si stima che raggiungeranno la soglia dei 50.000 entro il 2025 (dati Casaleggio Associati). Per dati più approfonditi: Ecommerce Italia: statistiche, trend e strategie.

shopping online

 

Vantaggi

Se quanto appena letto non è sufficiente per avervi fatto capire cos’è un ecommerce e prendere in seria considerazione una sua realizzazione, ecco alcuni dei suoi principali vantaggi:

  • Visibilità: i vostri prodotti o servizi sono visibili a tutto il mondo e, qualora lo permettessero, possono essere fruiti anche da chi si trova a migliaia di chilometri di distanza;
  • Flessibilità: in base ad impegni ed esigenze giornaliere potete pianificare giorno per giorno il tempo da dedicare al vostro ecommerce, monitorando costantemente la casella di posta elettronica che contiene tutto gli ordini effettuati;

Svantaggi

Come tutte le cose c’è anche il rovescio della medaglia e il settore ecommerce non fa eccezione. Ecco allora alcuni svantaggi che si possono riscontrare:

  • Non tangibilità del prodotto: in caso di acquisto di merce, risulta impossibile toccare con mano il prodotto desiderato. Si acquista basandosi esclusivamente su foto, recensioni e commenti estrapolati in rete;
  • Comparazione prezzi più veloce: dal punto di vista del consumer, paragonare i prezzi dello stesso prodotto o servizio venduto da aziende diverse è diventato sicuramente più veloce e comodo rispetto al passato;
  • Investimento di soldi, tempo e risorse: avviare un ecommerce e tutt’altro che una passaggiata. Anche se si possono affittare delle piattaforme, è inevitabile un investimento non solo monetario ma soprattutto di tempo e risorse che si dedichino costantemente al sito;
  • Tassazioni e leggi internazionali: il commercio elettronico, soprattutto in Italia, è qualcosa di abbastanza nuovo. Di conseguenza tutto ciò che concerne tasse e leggi internazionali è un ambito tanto importante quanto ancora poco chiaro per chi ha deciso di vendere online.

Ora che sapete cos’è un ecommerce, i suoi principali vantaggi e svantaggi e i numeri che genera in termini di fatturato, vi consigliamo di approfondire e scoprire le migliori soluzioni ecommerce per intraprendere con il piede giusto la strada della vendita online.

Leave a Reply